Turning spaces into places

Modernariato & Vintage

Scegliamo oggetti che si distinguano: per il design, la forma, la scelta dei materiali, la rarità e la facilità di trasporto e montaggio.

Negli arredi cerchiamo originalità e stile abbinati alla funzionalità, per poter utilizzare i nostri pezzi negli spazi vissuti ogni giorno, e poterli continuamente reinterpretare, in un dialogo tra contemporaneità e storia.

Ci piace parlare di collezione perché riteniamo che il punto forte dei nostri mobili consista nella selezione.
Non ci siamo dati vincoli di periodo: anche se la maggior parte dei pezzi risale al periodo 1950 – 1970, ci sono pezzi più antichi e (pochi per ora) più recenti.

Non ci siamo nemmeno dati vincoli di stile: adoriamo il modernariato per la creatività di cui sono intrisi molti pezzi più vicini all’artigianato che alla produzione industriale, ma apprezziamo alcuni mobili delle case delle nonne, dai tavoli con piano in marmo alle cucine anni ’50 con le tipiche antine in vetro.

Scegliamo mobili e oggetti che si distinguano tra tanti: per il design, per la forma, per la scelta dei materiali, per la rarità e per la facilità di trasporto e montaggio.

Non è il nome famoso che ci interessa, non rincorriamo pezzi super valutati: ci sono mercanti esperti molto più bravi di noi a far questo, speriamo un giorno di poterli ospitare!

Noi, da bravi designer, cerchiamo originalità e stile abbinati alla funzionalità, per poter riutilizzare i nostri pezzi negli spazi vissuti ogni giorno e soprattutto reinterpretarli, in un dialogo tra contemporaneità e storia.

Moltissimi dei nostri mobili e complementi d’arredo saranno noleggiabili, alcuni saranno in vendita assieme a oggetti di piccole dimensioni rigorosamente vintage, che aiutano a caratterizzare in un battibaleno un ambiente: macchine da scrivere, ventilatori, stampe, appendiabiti, qualche lampada, cuscini confezionati con tessuti d’epoca, coperte e tovaglie retrò.

I restauri

Una delle scelte più difficili da operare  quando si trattano oggetti vintage è la giusta misura degli interventi di restauro. Alcune persone cercano l’originalità di tutti gli elementi di un mobile, anche se questo significa lasciare in evidenza i segni del tempo; altri preferiscono avere per le mani un oggetto integro, quasi fosse nuovo.
Accontentare entrambi non è semplice!

Non esiste una scelta giusta o sbagliata quando si tratta di gusti, tutto è sempre in discussione, ma in linea di massima Mobilitare opera in questo modo:

  • Gli interventi di restauro sulle parti in legno rispettano per prima cosa il materiale utilizzato: ci piace moltissimo “liberare” il mobile dalle spesse mani di vernice che spesso ingiallisce col tempo, mascherando l’essenza. Consolidiamo le strutture se ce n’è bisogno, diamo l’antitarlo, usiamo lo stucco solo quando serve e finiamo con olio o mano di cera per nutrire e nascondere i segni del tempo più evidenti. Amiamo però che il mobile esprima la sua età, non siamo fan della perfezione a ogni costo.
  • Cerchiamo di conservare, conservare, conservare. Quando alcuni elementi del mobile sono mancanti, o tanto vecchi e rovinati da pregiudicare la solidità o la funzione, sostituiamo; in caso di dettagli, come maniglie o ruote, cerchiamo sempre materiali della stessa epoca.
  • Le lampade sono un caso a parte: in teoria andrebbero sostituite le parti elettriche per essere in linea alle norme vigenti, ma quando le vecchie lampade funzionano perfettamente e filo, presa e interruttore originali sono parte integrante dello stile dell’oggetto… non ce la sentiamo proprio di fare uno scempio in nome delle regole!
  • Cambiamo il rivestimento degli imbottiti quando quelli originali non sono in buono stato. È una scelta che predilige il piacere del riutilizzo alla conservazione dell’originale: un importante divano anni ’50 in velluto è ancora esteticamente affascinante inserito nell’ambiente giusto, ma non sarebbe altrettanto piacevole accomodarcisi sopra se l’imbottitura è rovinata e il tessuto rilascia odore di cantina…

Non abbiamo preclusioni di principio, quindi nei restauri “su ordinazione” possiamo decidere insieme a voi come intervenire sul mobile, secondo preferenze, anche rinnovandone il look.

Noleggiare mobili

Molti dei nostri arredi sono noleggiabili per allestimenti, photoshooting, eventi, pubblicità, vetrine e arredamenti tempoeanei.
Lo sappiamo, noleggiare mobili è una pratica tipica per scenografi, stylist e fotografi, ma non fa parte degli usi e dei costumi più comuni dei privati in Italia; eppure siamo convinti che il noleggio sia un’alternativa molto interessante all’acquisto di arredi “usa e getta” per diversi motivi, a cui magari non avete pensato:

  • evitate di buttare via soldi, nell’acquisto di arredi che vi servono solo temporaneamente e che perdono velocemente il loro valore: con il noleggio pagate per quanto consumate.
  • dilazionate i pagamenti, grazie al canone mensile o trimestrale.
  • risparmiate tempo, grazie ai nostri servizi chiari e incrementali, che vanno subito “al sodo” e si occupano per voi delle “seccature” (come consegna e ritiro dei mobili, piccola manutenzione, coordinamento delle competenze artigiane…).
  • avete la possibilità di sperimentare e di cambiare idea: sarà più facile cambiare arredi, cambiare sede, cambiare attività.
  • allungate la vita a mobili di qualità, evitando di alimentare la produzione di beni di consumo di massa, di breve durata e alto impatto ambientale.
  • recuperate il piacere di esprimervi attraverso la creazione di spazi: there’s no place like your place!