Turning spaces into places
emanuela sala

Emanuela

è ideatrice di Mobilitare, designer e project manager (perché anche organizzare è un’arte!).
Abita in un appartamento di città non molto grande (leggi “troppo piccolo per idee, libri e quadri che deve ospitare”), arredato nel tempo in modo eclettico ma funzionale, dove ogni singolo oggetto ha un senso.
I colori degli alberi sono l’ispirazione cromatica per un ambiente accogliente e un po’ disordinato: un piccolo viaggio, in giro per il mondo come nel mercatino dietro l’angolo.

luca(2)

Luca

è il restauratore “capo” del laboratorio, esperto in antiquariato, maestro per vocazione.
Abita fuori dal caos urbano, nella casa di famiglia solare e vissuta, che cambia continuamente per assecondare le esigenze dei suoi quattro figli e della sua santa moglie: si dipingono stanze, si aggiungono pareti, si costruiscono mobili e se ne adattano altri a ciclo continuo, facendo crescere in famiglia la passione per le cose di altri tempi.

Gabriella Pirovano

Gabriella

leggiadra progettista del verde e solida art director.
La sua casa, proprio alle porte di Milano, rappresenta dal punto di vista cromatico uno di quei casi che aiutano a ricordare che il mondo è bello perché vario.
Riesce a vivere in modo sano ed equilibrato tra pareti dipinte al 100% di un arancione che più saturo non si può… per fortuna il bel giardino, che cura con amore, è rimasto verde!

Rosa Amato

Rosa

Fotografa d’interni (e non solo) con sensibilità grafica.
Le sue scelte di arredo sono imprevedibili come lei: riesce a far convivere forme super classiche da cottage inglese alle soluzioni iper-funzionali tipiche di una casa-studio.
L’atto creativo che più la rappresenta è una grande sveglia old-style, con le campanelle e i piedini, appesa in alto sul muro dello studio invece che semplicemente appoggiata: cambia la percezione dell’intera stanza con discrezione, esattamente come fanno le foto di Rosa.